Jacarànda, piccola orchestra giovanile dell’Etna

Nasce nel 2017 su iniziativa dell’Associazione Musicale Etnea come ensemble laboratorio, diretto da Puccio Castrogiovanni, compositore, arrangiatore e multistrumentista noto tra l’altro come fondatore dei Lautari.Jacaranda foto giornale Avola
L’orchestra propone canzoni originali in siciliano, per una nuova musica popolare contemporanea.
La formazione vanta strumenti della tradizione popolare come zampogna, friscaletti, marranzani, fisarmonica, tamburelli e mandolini che si uniscono a suoni più moderni come quello del basso elettrico e delle chitarre acustiche e a suoni classici come il flauto traverso e il clarinetto, il tutto abbellito da strumenti provenienti dal mondo come il birimbao e il pandeiro brasiliano, la darbuka e il dahul dalla Turchia, il bouzouki da Grecia e Irlanda, il liuto arabo (oud) dal Medio Oriente, il cajon della tradizione flamenca, e altri ancora.
Il risultato è così un sound ricco ed eterogeneo, frutto della spontaneità di ogni componente del gruppo.

Simone Ardita voce e chitarra
Benedetta Carasi voce, glockenspiel, marranzano e percussioni
Alessandro Pizzimento plettri, chitarra, zampogna, friscalettu, basso e voce
Luca Bordonaro clarinetti
Giuseppe Sapienza clarinetti
Andrea Mirabella flauto traverso, percussioni
Gabriele Ricca fisarmonica, voce e percussioni
Luca Conte chitarra, percussioni, voce
Riccardo Conte zampogna, percussioni, voce
Giuliano Ursino basso elettrico e chitarra
Francesco Castrogiovanni tammorra muta, pandeiro, tamburi a cornice
Sara Castrogiovanni darbuka, percussioni, voce

Puccio Castrogiovanni direzione

Nel Dicembre il gruppo 2018 ha concluso un primo laboratorio di scrittura creativa presso l’Istituto Penale per i Minorenni di Acireale (CT) che ha portato alla realizzazione del suo primo CD dal titolo Jacarànda, di prossima uscita per la Viceversa records di Catania, già presentato il 5 Maggio 2019 in anteprima ufficiale al Teatro Garibaldi di Avola (SR). Il progetto all’Istituto Penale per i Minorenni di Acireale ha ottenuto  il patrocinio del Ministero della Hiustizia – Dipartimento della giustizia minorile e di comunità e riprenderà il prossimo ottobre 2019 con il sostegno dell’Istituto Treccani.

Jacarànda è un albero di medie o grandi dimensioni dai fiori lilla a grappolo che durante la primavera ricoprono le fronde dell’albero e il terreno a esso sottostante.blooming jacaranda
Il suo legno, chiamato palissandro, dal colore rossastro viene anche usato per la costruzione del corpo di chitarre e altri strumenti musicali.
Questa pianta è presente in moltissime parti del mondo come Questa pianta è presente in moltissime parti del mondo come Kenya, Africa Orientale, Africa del Sud (Zimbabwe, Sud Africa, Mozambico) Messico, Caraibi, America Centrale, e Sud America, ma anche Catania ne è piena!  <<Era primavera, dovevamo ancora scegliere il nome dell’orchestra e passavamo molto tempo insieme a provare nel centro storico di Catania che è colmo di alberi di Jacarànda…>> raccontano i ragazzi, <<così l’ispirazione venne da sè! Inoltre la nostra musica è fatta di suoni e voci che vengono dal mondo, proprio come questo albero.>> . . .
<<Ci auguriamo che anche noi, come l’albero, possiamo girare il mondo con la nostra musica!>>

Dopo un primo periodo di formazione necessario per la stesura di un proprio repertorio la Piccola Orchestra Giovanile dell’Etna esordisce a Catania (CT) e Messina (ME) durante il SabirFest 2017.

Da settembre 2017 l’Orchestra Jacarànda entra in collaborazione con il MoDem PRO e il Collettivo MoDem della Compagnia Zappalà Danza componendo le musiche per diverse tipologie di performance della danza contemporanea: dai “Dance Attack” avvenuti in varie parti della città di Catania, a veri e propri lavori scenici presso Scenario Pubblico come la prima assoluta di MUDDICA non ancora pane”.

A Maggio 2018 ha realizzato le musiche per:
– “La cité des Tiroirs” una nuova produzione della compagnia internazionale di danza QBR;
– “Le ragazze” della coreografa Claudia Rossi Valli.
Ha realizzato le musiche per il nuovo ciclo di San Berillo web serie doc. 

Nel febbraio 2018 ha lavorato alle musiche dello spettacolo “Trinacria sulla luna” scritto e diretto da Gaspare Balsamo.

trinacria sulla luna

Nell’estate 2018musica nel borgo ha partecipato al progetto di residenza d’artista Musica nel Borgo – l’irresistibile contemporaneità della tradizione realizzato all’Atelier sul Mare di Antonio Presti a Tusa (ME) e all’Eremo di S. Antonio a Gangi (PA) con il sostegno del MiBACT e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”.

Residenza artistica presso "Atelier sul mare", Castel di Tusa, Palermo

Residenza artistica presso “Atelier sul mare”, Castel di Tusa, Palermo

L’ultima perfomance pubblica è stata sul palco della X edizione del Marranzano World Festival, “Suoni Nomadi”, presso il monastero dei Benedettini.

grafica nuova

Commenti chiusi